Un’anima feroce

Uno dei regali più preziosi che mi sono fatta lo scorso anno non ha i contorni eleganti di un paio di scarpe desiderate da tempo, non ha la frenesia che accompagna l’ultimo gioiellino tech acquistato direttamente dagli States perché sono semplicemente troppo impaziente per aspettarne la messa in commercio in Italia, o la magia esotica del profumo distante della pista d’atterraggio in quella città il sogno dei cui anfratti più remoti mi sconvolge le sinapsi da da tutta la vita.

nils-nedel-386683

Ma serve una piccola premessa. Io lo scorso anno sono stata vicina a mollare tutto. E intendo proprio tutto. Sotto ogni punto di vista. Ho seriamente considerato l’idea di prendere casa, sicurezze, lavoro, usarle per appiccare un gran falò e bruciare sull’altare del fallimento tutto quello che mi son costruita in anni di lavoro.

Sinapsi bruciate, pelle consumata, cuore smantellato. Annientata, sotto un cumulo di dolore, ai limiti dello sfinimento fisico e dell’abuso mentale. Una scialba imitazione di chi sono di solito: pensiero assente, occhi spenti, sorriso inesistente.

Ho detto: “Io me ne vado”, “Questa non è vita”.

Ho smesso di dormire e sognare, mangiare e sentirne la voglia, credere e sperare.

E poi. 

ahmad-odeh-460173

 

Sarà che ho quest’anima feroce qui dentro, che corre sui pendii più scoscesi, si libra nelle evoluzioni più pericolose e affonda nelle profondità meno scandagliate.

Sarà che quest’anima feroce non lascia spazio a niente e nessuno che non sia vero, concreto e trasparente. Sarà che non lascia spazio nemmeno a me per essere qualcosa meno che vera, concreta e trasparente.

Sarà che lei, l’anima feroce, mi fa correre a una velocità supersonica, spostare montagne e volare verso il sole, senza paura di bruciarmi.

aziz-acharki-290990

Sarà che se scelgo di accettare l’ennesima sfida, sporgermi dalla scogliera più impervia senza niente che mi ancori al terreno o urlare a pieni polmoni nell’indifferenza della notte, è quest’anima feroce a muovere i miei passi, disegnare orbite inimmaginabili, ridere in faccia alla manipolazione mentale dell’ignoto.

Sarà che è lei che mi fa sentire tutto, fin troppo. Quando anche le emozioni più tiepide sono per me come lava sugli occhi. Quando anche le situazioni più semplici mi scavano dentro voragini di emozioni da cui è difficilissimo risalire.

È lei, quest’anima feroce che mi ha regalato il dono più prezioso:

mi ha fatto capire che io – proprio io – ogni volta mi rialzo.

aditya-saxena-410663

E che se per qualche strano gioco del destino, qualche sconclusionato disegno dell’universo, qualche stordito allineamento planetario nel giorno in cui sono nata, gran parte delle persone che si ritrovano sulla mia strada non sono per niente interessate a conoscerla, quest’anima feroce, ma solo ad abusarne con un pallido sorriso in viso,

a lei non gliene frega niente.

Certo, subisce i suoi contraccolpi. Certo, ci sono giorni in cui non si alza dal letto, in cui sente di morire e in cui l’aria è composta da migliaia di lame che ti trafiggono il volto. In cui tutto è semplicemente troppo.

Ma poi, non vi sbagliate, si rialza.

Sfonda il muro della cattiveria, delle ipocrisie, dei falsi buoni e dei buoni per interesse.
Annienta
le cupe, sporche e becere intuizioni dei malintenzionati.
Squarcia il buio in cui molti mi avrebbero voluto relegata

ed esplode in un universo di luce e m’inonda tutta.

rhett-wesley-343206

E mi ricorda che io sono più forte.
Che posso farcela, posso prendermi il mio tempo, raccogliere il mio cuore e rialzarmi. Posso permettermi d’esser fragile, di sentirmi morire e di pensare che tutto sia troppo. Posso seguire il ritmo del mio cuore, l’incedere peregrino di un’anima irrequieta e permettermi di ridere anche quando le lacrime soffocano ogni gioia.
Posso permettermi di essere io, senza compromessi e senza false imitazioni di realtà inesistenti.
Posso concedermi il lusso di dichiararmi sconfitta e di non esserlo mai completamente. Posso cedere e lasciarmi andare. Posso vagare nei meandri del nulla, dove il tempo vaga al mio fianco e si beffa di chi vorrebbe imprigionarlo.

Posso.

Semplicemente perché io mi rialzo, ogni singola volta.

jason-blackeye-282481

 

 

“Don’t ever give up!”

 

 

3 pensieri su “Un’anima feroce

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...