Arte, Facebook e Moto GP: l’intelligenza artificiale è davvero ovunque

Cosa c’è di nuovo nel mondo dell’intelligenza artificiale? Diamo uno sguardo alle news degli ultimi giorni.

 

L’intelligenza artificiale, nuovo colore nella tavolozza del mercato dell’arte

Schermata 2019-04-14 alle 17.21.18

La start up fintech Kellify, nel report di Deloitte “Il mercato dell’arte e dei beni da collezione” ci racconta come l’intelligenza artificiale sia in grado di ridisegnare i confini del mercato dell’arte e di quello delle auto d’epoca. Grazie ai nuovi ritrovati tecnologici, alcuni algoritmi sono in grado di individuare le opere d’arte e i beni da collezione più liquidi e rivendibili e quindi profittevoli nel breve periodo.

Abbiamo già conosciuto diversi impieghi dell’intelligenza artificiale nel mondo artistico: dalla prevenzione anti-frode, alla catalogazione e alla raccomandazione delle opere, passando per la creazione. Mi riferisco al Ritratto di Edmond de Belamy, l’opera d’arte creata  dall’intelligenza artificiale che Christie’s ha battuto all’asta per per un hammer price di $432.000, decretando di fatto l’ingresso dell’Intelligenza Artificiale nel mercato dell’arte.

Gli algoritmi imparano dal comportamento delle case d’asta e degli investitori, sfruttando le capacità predittive di ogni singola transazione e facendo emergere bias e pattern. E grazie al Deep Learning sono in grado di effettuare le scelte giuste per assicurare un’opera d’arte prevedendone la futura liquidità, investire in un’auto d’epoca o strutturare un portafoglio non correlato composto da beni da collezione a cui approcciare in maniera sistematica e quantitativa.

“Dio” si dà alla scultura

Schermata 2019-04-14 alle 17.52.17

L’artista newyorchese Ben Snell ha trasformato il suo pc in uno scultore. Il pc, ribattezzato “Dio” in onore della divinità greca Dioniso, ha sfruttato un algoritmo di machine learning a cui sono state sottoposte oltre 1.000 immagini di sculture classiche, compreso il David di Michelangelo, da cui l’intelligenza artificiale ha potuto trarre spunto. Il risultato? Un’opera d’arte originale, una scultura in piena regola.

Ma non finisce qui, per creare una sorta di meta-scultura, dopo aver realizzato il modello in 3D dell’opera generata dall’AI, l’artista ha smontato il computer e lo ha polverizzato. I resti sono stati impiegati poi per realizzare la versione finale della scultura, che ha preso il nome di “Dio”, completando la compenetrazione tra processo e prodotto finale, creando di fatto un’opera irripetibile.

Facebook e il problema dei defunti

Schermata 2019-04-14 alle 17.27.19

Per Facebook è un problema da anni: come individuare i profili di persone che ormai non ci sono più ed evitare che i sistemi suggeriscano i defunti tra le persone suggerite, ne ricordino i compleanni e esortino all’interazione?

Facebook opera già una scansione degli account e ha istituito nel 2009 il profilo commemorativo, che permette di aggiungere uno stato introdotto dalla parola “Ricordando” e aggiungere il nome della persona da commemorare. Questa feature è usata da più di 30 milioni di persone al mese: gli utenti scrivono nel profilo dell’interessato oppure nel proprio stato taggandolo.

Ma Facebook vuole migliorare i risultati della scansione e per farlo ha annunciato l’impiego di un sistema di Intelligenza Artificiale, per  non far apparire quei profili in luoghi virtuali inappropriati.

In pista con A.N.N.A. l’intelligenza artificiale Made in Italy

A.N.N.A. è stata progettata da Milestone e farà il suo ingresso in pista il 6 giugno, quando verrà lanciato ufficialmente MotoGP™19.

L’intelligenza artificiale che sfiderete nel videogioco si basa su reti neurali, quindi l’approccio è innovativo: i programmatori non impongono nulla, ma danno all’intelligenza artificiale una percezione del mondo esterno e un sistema di ricompense e feedback loop che le permette di rinforzare azioni positive e imparare dai propri errori.

In una sola giornata, A.N.N.A. può simulare oltre 200.000 gare, generando un comportamento di guida estremamente realistico e naturale, simile a quello di un corrispettivo umano.

 

 

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...